skip to Main Content
Zuccheri Semplici in Natura

Esiste uno zucchero migliore di un altro?

Basta un poco di zucchero e… Vi lancio una sfida, rinunciare/ridurre lo zucchero per 1 mese e vedere che cosa succede al vostro corpo soprattutto quando proverete a reintrodurlo!

L’OMS consiglia di non superare i 25 grammi al giorno, ovvero 5 cucchiaini, pensate che una bibita in lattina ne contiene 35g.

Si ma gli zuccheri naturali? Sono pur sempre zuccheri!

Mi spiego meglio, che si vada alla ricerca di zuccheri naturali non è un male, ma utilizzare questi zuccheri non vuol dire poterne assumere come se non ci fosse un domani “perché tanto fanno bene e non fanno ingrassare”.

Lo zucchero qualunque esso sia crea dipendenza, più si assume zucchero più il nostro cervello chiama zucchero. Va a modificare il nostro microbiota, alimenta infiammazioni e diverse patologie, comprese quelle tumorali.

Quindi non devo più mangiare dolci?

Non proprio, diciamocelo che il dolce è una coccola per tutti quindi sarebbe impossibile per alcuni vivere senza il piacere di svegliarsi con un pezzo di ciambellone la mattina o un dolce nel pasto libero.

E se comprassi i dolci senza zucchero al supermercato?

Da quelli dovete stare alla larga! Hanno lo stesso sapore zuccherino dei classici biscotti. Inoltre, se leggete bene l’etichetta anche se gli zuccheri non superano i 6g su 100 di prodotti, i polioli arrivano anche a 40 g. No alle scorciatoie!

E quindi se volessi concedermi il dolce quale potrei assumere?

La miglior risposta è quello che contiene meno zucchero possibile, in modo tale che il vostro palato inizi a disabituarsi e concedersi un dolce più “zuccherino” una tantum.

Vi assicuro che una volta che inizierete a ridurlo le pupille gustative verranno resettate ed imparerete ad apprezzare i sapori naturalmente dolci!

I miei ad esempio sono tutti dolci senza zucchero o a basso contenuto di zuccheri e per me sono i più buoni e sapete perché? Perché assaporo i veri sapori, quelli naturali!

A prescindere da quale zucchero si vada ad utilizzare, la cosa fondamentale è ridurne la quantità.

Nei prossimi articoli analizzeremo singolarmente ogni tipologia di zucchero!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca